serova 2testa 4testa danza 1testa 6testa 5testa gospel alice

Omaggio

ad ASTOR PIAZZOLLA

Pianista Filippo Arlia
Bandoneon Cesare Chiacchiaretta 
Contrabbassista Enrico Corapi 
Violinista Leonardo Suarez Paz 
Voce e danza Olga Suarez Paz



Filippo Arlia

Classe ‘89, è pianista, didatta e direttore d’orchestra. È considerato dalla critica internazionale uno dei più brillanti e versatili musicisti italiani della sua generazione. Si diploma in pianoforte presso il Conservatorio “F. Torrefranca” di Vibo Valentia a soli 17 anni con il massimo dei voti, la Lode e la Menzione d’Onore sotto la guida di Antonella Barbarossa, acquisendo così i metodi e le tecniche della scuola pianistica della famosa didatta Lethea Cifarelli, allieva prediletta di Edwin Fischer. Completa poi la sua formazione umanistica laureandosi in Giurisprudenza presso l’Università “Magna Graecia” di Catanzaro.

Ha esordito giovanissimo come solista sulla scena internazionale con una tournée europea dedicata a G. Gershwin, compositore al quale la sua carriera è rimasta particolarmente legata fino alla collaborazione nel 2014 con Michel Camilo, ritenuto tra i piú importanti pianisti jazz al mondo.

Dal 2008 promuove il “Duettango”, una delle piú importanti formazioni cameristiche italiane impegnate nell’interpretazione della letteratura di Astor Piazzolla. Nel 2015 ha debuttato con il “2ttango” alla “Carnegie Hall” di New York riscuotendo una vera e propria “standing ovation” dal pubblico americano. Nello stesso anno, il Duettango è stato protagonista dell’ultima tournée internazionale del violinista del “Quinteto Nuevo Tango” di Piazzolla, il celebre Fernando Suarez Paz. Durante la tournée Arlia ha anche diretto la prima esecuzione integrale in Italia dell’Opera “Maria de Buenos Aires” di A. Piazzolla e ha registrato un disco (in fase di pubblicazione) con Suarez Paz.

Nel 2011 decide di dedicarsi anche alla direzione e fonda l’Orchestra Filarmonica della Calabria, di cui è tutt’ora Direttore Principale. Alla guida della Filarmonica ha collaborato con alcuni dei musicisti piú noti del nostro tempo, come Ramin Bahrami, Sergej Krylov, Yuri Shishkin, Fernando Suarez Paz e Michel Camilo.

Ha tenuto piú di 300 concerti come solista e direttore in Italia, Romania, Lituania, Germania, Portogallo, Turchia, Russia, Tunisia, Nuova Zelanda, Messico e Stati Uniti calcando alcuni dei palcoscenici piú prestigiosi del mondo come la Carnegie Hall di New York, la Sala “Rachmaninov” di Mosca, la Sala “Rachmaninov” di Tambov, la Filarmonica di Vladivostok, la “S. Katherine Concert Hall” di Vilnius, l’Università di Auckland, la Sala “Scarlatti” di Napoli, il Teatro Nuovo “G. Menotti” di Spoleto, il Teatro dell’Opera del Casinò di Sanremo, il Teatro Paisiello di Lecce, il Teatro Politeama di Catanzaro, il Teatro Municipale di Piacenza.

Ha già diretto orchestre dal prestigio storico, tra cui l’Orchestra De Tineret di Cluj, la Cukurova State Symphony Orchestra di Adana, l’Orchestra Filarmonica “M. Jora” di Bacau, la Pacific Symphony Orchestra di Vladivostok, l’Orchestra Città di Ferrara e il Coro del Teatro Municipale di Piacenza, la Nuova Orchestra Scarlatti di Napoli, l’Orchestra Sinfonica di Sanremo, l’Orkestra Akademik Baskent di Ankara, l’Orquesta Sinfonica del Estado de Mexico, l’Orquesta de la UANL di Monterrey, l’Orchestra Filarmonica Toscanini di Parma.

Con la Filarmonica Toscanini ha inaugurato la Stagione Concertistica 2015/2016 del Teatro Municipale di Piacenza dirigendo la Sinfonia “Scozzese” n. 3 di F. B. Mendelssohn e due concerti di J. S. Bach suonati da Ramin Bahrami, attualmente considerato tra i piú grandi interpreti viventi del repertorio bachiano.

Particolarmente dotato per la letteratura sinfonica del XX secolo, Arlia ha giá nel suo repertorio alcune delle pagine piú significative di I. Stravinsky, A. Scrjabin, S. Rachmaninov, M. Mussorgski, G. Gershwin, A. Dvorak, G. Mahler.

È frequentemente invitato nelle commissioni di numerosi concorsi internazionali come il Premio Pianistico Internazionale “Silvio Bengalli” di Val Tidone (PC), il Premio Pianistico Internazionale “F. Chopin” di Roma e il Concorso Internazionale “G. Gershwin” di New York.

Ha tenuto Masterclass di pianoforte per numerose istituzioni tra cui Valsesia Musica di Varallo Sesia (VC), il Conservatorio di Stato “S. Rachmaninov” di Tambov, l’Istituto Superiore di Musica di Sousse, il Val Tidone Festival di Piacenza, la Far Eastern State Academy of Arts di Vladivostok ecc... Nel 2014, durante la sua prima tournée in Russia, è stato nominato Professore Onorario del Conservatorio di Stato “S. Rachmaninov” di Tambov e della Far Eastern State Academy of Arts di Vladivostok.

Dal 2014 è Direttore dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “P. I. Tchaikovsky” di Nocera Terinese (CZ), dove è professore titolare di una cattedra di pianoforte principale.


Cesare Chiacchiaretta

Nato a Chieti, si dedica sin da giovanissimo allo studio della fisarmonica per poi intraprendere ed affiancargli quello del bandoneon. Ha studiato con il M° Claudio Calista presso l’Accademia Musicale Pescarese, diplomandosi con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio “N. Piccinni” di Bari nel 1995. In seguito si è perfezionato con maestri del calibro di M. Bonnay, V.Zubitsky e M. Ellegaard.

È stato premiato nei più importanti concorsi nazionali ed internazionali ottenendo tra gli altri il primo premio, nel 1993, al Concorso internazionale “Città di Castelfidardo”. Nel 1991 è prescelto quale unico rappresentante italiano alla Coppa del Mondo dell’Unesco. Nel 1993 viene invitato a partecipare, in rappresentanza per l’Italia, al 43° trofeo Mondiale della Fisarmonica a Setubal (Portogallo). Ha tenuto oltre 1.000 concerti in 35 Paesi al mondo e suonando da solista con importanti orchestre: Orchestra della Radio Svizzera Italiana, Kaunas Chamber Orchestra (Lituania), Orchestra Sinfonica di Bacau (Romania), Orchestra Sinfonica di Queretaro (Messico), I Virtuosi di Mosca (Russia), Lugansk Philarmonie (Ukraina), Orchestra di Baden Baden (Germania), Brazos Valley Orchestra (USA), Orchestra Sinfonica di Pescara, Orchestra da Camera della Filarmonica di Zagabria, Orchestra Sinfonica Abruzzese, Orchestra da Camera di Trento, East Western Orchestra (Corea del Sud).

Nel 2008 ha svolto una tournèe in veste dibandoneonista con Fernando Suarez Paz,(il violinista di Astor Piazzolla) e con il quale ha inciso un disco risultato vincitore del premio della Critica Orpheus Award. Nel 2011 ha vinto il Premio Astor Piazzolla per la divulgazione dell’opera del grande maestro argentino. Già docente di fisarmonica al Conservatorio di Lecce, attualmente insegna presso il Conservatorio Statale di Musica - Istituto di Alta Formazione Musicale “Arrigo Boito” di Parma. Ha tenuto Masterclasses nelle Università di Missoula (Montana-USA), San Pietroburgo (Russia), Loyola University (Los AngelesUSA) e Conservatorio Centrale di Pechino (CINA).


Enrico Corapi

Si è diplomato in contrabbasso presso il Conservatorio “S. Giacomantonio” di Cosenza sotto la guida di Ermanno Calzolari, Rino Zurzolo e infine Leonardo Presicci; successivamente consegue nello stesso Conservatorio la laurea di secondo livello in “Contrabbasso solista” con il massimo dei voti e la lode. Negli anni ha tenuto corsi di perfezionamento con contrabbassisti di fama quali Franco Petracchi, Ermanno Calzolari, Francesco Siragusa, Franco Fraioli.

Dal 2001 al 2007, scelto dall’allora Direttore Musicale Riccardo Chailly, ricopre il ruolo di 1° contrabbasso dell’Orchestra Sinfonica di Milano “Giuseppe Verdi”, effettuando con tale istituzione intense stagioni sinfoniche presso l’Auditorium di Milano, varie tournèe internazionali e numerose incisioni discografiche, collaborando tra gli altri con direttori e solisti quali Riccardo Chailly, Martha Argherich, Nelson Freire, Vadim Repin, Leonidas Kavakos, Joshua Bell, Sayaka Shoji, Placido Domingo, Sarah Chang, Jean-Yves Thibaudet, Hélène Grimaud, Simone Pedroni, Hilary Hahn, Juan Diego Flòrez, Rudolf Barshai, Herbert Blomstedt, Vladimir Jurowsky, Luis Bacalov, Wayne Marshall, Claus Peter Flor, Helmut Rilling, Lu Jia, Oleg Caetani.

Nel 2005 ha inoltre collaborato con l’Orchestra Filarmonica del Teatro alla Scala di Milano in un concerto sinfonico diretto da Yuri Temirkanof con il pianista Bruno Leonardo Gelber.

Ha fatto parte in qualità di 1° contrabbasso dell’ Orchestra Giovanile Italiana presso la Scuola di Musica di Fiesole, dove ha avuto la possibilità di studiare con insegnanti di primissimo livello(fra gli altri, Piero Farulli, Danilo Rossi, Luigi Milani), effettuando molti concerti e incisioni discografiche con direttori e solisti quali Carlo Maria Giulini, Giuseppe Sinopoli, Luciano Berio, Daniele Gatti, Eliahu Inbal, Gianluigi Gelmetti, Vinko Globokar, Alessandro Pinzauti, Angelo Faja, Krystian Zimerman, Pavel Vernikov, conseguendo alla fine del corso il Diploma di Specializzazione Orchestrale.

Nel corso degli anni ha collaborato in vari gruppi da camera e orchestre sia da 1° contrabbasso che da fila: con l’Orchestra del Teatro Massimo di Catania Vincenzo Bellini, la Nuova Orchestra Scarlatti di Napoli, l’Orchestra della Magna Grecia di Taranto, l’Orchestra Sinfonica Abruzzese, l’Orchestra del Teatro di Cagliari, l’Orchestra Internazionale, l’Orchestra da Camera Italiana con solista e direttore Salvatore Accardo, l’Orchestra del Teatro “Vittorio Emanuele” di Messina, l’Orchestra Philarmonia Mediterranea di Cosenza, l’Orchestra Filarmonica della Calabria, l’Orchestra lirico-sinfonica del Teatro “Alfonso Rendano” di Cosenza, l’Orchestra del Teatro Francesco Cilea di Reggio Calabria, l’Orchestra della Provincia di Catanzaro, collaborando tra gli altri con musicisti quali Misha Maysky, Ramin Bahrami, Sergej Krylov, Piero Bellugi, Daniel Oren, Massimo Quarta, Domenico Nordio, Vincenzo Mariozzi, Anna Tifu, Ennio Morricone, Katia Ricciarelli, Andrea Bocelli.

Attualmente ricopre il ruolo di 1° contrabbasso dell’Orchestra Filarmonica della Calabria(Direttore Musicale Filippo Arlia) e quello di docente presso il Conservatorio Tchaikovsky di Nocera Terinese(Cz).


Leonardo Suarez Paz

È noto per “il suo insolito talento di cantante (una carriera che è iniziata all’età di 6 anni) e di ballerino di tango, un artista che possiede uno spirito unico ed è un virtuoso straordinario del violino” (Wynton Marsalis, Direttore Artistico Jazz presso il Lincoln Center di New York). Leonardo debuttò come violinista a 14 anni, acquisendo esperienza sia nella musica classica che nel tango. A 16 anni divenne il più giovane musicista dell’Orquesta Estable Teatro d’Opera Colon. Ha accompagnato Placido Domingo, Alfredo Kraus, Aaron Rosand, Andrea Bocelli.

È stato solista del Balletto Argentino di Julio Boca e primo violino nel toru “Clasico Savion” di Savion Glover. È apparso negli album vincitori di Grammy: “100 Anni di Mariachi” con Placido Domingo; “Tango” con Carlos Franzetti e Rubens Blades; “Amarte es un Placer” con Luis Miguel e si è esibito come solista alla Carnegie Hall, al festival del jazz di Spoleto e dell’Umbria, al Lincoln Center, al Teatro Colon, ed altri.

È cresciuto accanto al compositore Astor Piazzolla e da lui è stato guidato, ed anche dai suoi genitori, il violinista Fernando Suarez Paz e la cantante Beatriz Piccolo de Suarez Paz. Leonardo ha lavorato con molte figure leggendarie del tango, come Orlando Tripodi, Mariano Mores, Atilio Stampone, Osvaldo Requena, Nestor Marconi, Osvaldo Berlingieri, Horacio Salgon, Horacio Ferrer, Leopoldo Federico, Carlos Franzetti, Miguel Angel Zotto, Milena Plebs e molti altri. Ha preso parte agli spettacoli di Broadway “Forever Tango” e “Tango Argentino” come violino solista; nel “Tango x 2”, “Perfumes de Tango” e “Il Mariano Mores Show”, ha partecipato come ballerino di tango e violinista solista. Dirige Cuartertango, una compagnia che ha partecipato al Teatro d’Opera Colon, Al Teatro Alvear, al festival del tango di Buenos Aires, al Lincoln Center di New York, al Metropolitan Museum, al Museo dell’Arte di Cleveland, alla PBS, alla Fox 5, all’Ebru TV, a films ed alla nomina del Latin Grammy del 2012 come compositore, arrangiatore e violinista. Come jazzista ha suonato e registrato con Stanley Jordan, Cody Moffett, Steve Kuhn e Jim Hall, e come arrangiatore all’Orchestra Jazz del Lincoln Center con Wynton Marsalis.


Olga Suarez Paz

È un grande talento del tango, elogiata da molti critici per “l’alta qualità della sua danza” e della sua “splendida esibizione vocale” (Mike Telin - Cleveland Classic).

Ha studiato danza classica e teatro e ha debuttato come ballerina di tango con Tango-danza di Andrea Misse.

Ha recitato con Opus Quatro allo storico Cafe’ de Los Angelitos a Buenos Aires prima di fare coppia con Leonardo Suarez Paz nel 2009.

Da allora, Olga si è esibita al Lincoln Center (2011,2012, 2013) al Museo Metropolitan, al Museo di Cleveland, Flipside Festival (Inghilterra), Conservatorio di Musica “Benedetto Marcello” di Venezia, con l’Orchestra Sinfonica di Greenwich, con l’Orchestra Sinfonica di Greater Grand Forks e con la “star” LatinoAmericana Luis Miguel in Argentina; è stata ospite del programma “Good Day” della Fox 5 di New York, al Museo Nazionale della Danza degli Stati Uniti rappresentando la Compagnia Tango Pasion; è apparsa nel documentario Argentino Circo de Arrabal sul compositore Carlos Franzetti, vincitore del premio Grammy.

È, dal 2009, la prima ballerina di Romance Tango e Cuartertango Music & Dance Company e dal 2012, assistente del Direttore Artistico delle suddette compagnie, che sono apparse al teatro Colon Opera House, al Teatro Alvear, al Festival del Tango Di Buenos Aires, sui canali TV della PBS, Fox 5, Ebru TV, in films ed alla premiazione in diretta del Grammy Latino-Americano, dopo essere state canditate per due volte allo stesso Grammy.