serova 2testa 4testa danza 1testa 6testa 5testa gospel alice

La carriera musicale di Alice comincia nel 1971 con la vittoria del Festival di “Voci Nuove” di Castrocaro Terme. Nel 1975 realizza la sua prima produzione discografica con l’album “La mia poca grande età”. L’incontro artistico con il M° Franco Battiato segna la sua ascesa che la vede non solo interprete, ma anche autrice e compositrice del suo nuovo album “Capo nord” con il singolo “Il vento caldo dell’estate” scritto in collaborazione con Franco Battiato e Francesco Messina. Nel 1981 vince il Festival di Sanremo con il singolo “Per Elisa” (Alice/Battiato/Pio). Il suo successo artistico verrà apprezzato anche all’estero, in particolare in Europa ove sarà in vetta alla classifica dei singoli. Questo successo segna l’autonomia artistica di Alice che, oltre a realizzare altri singoli brani cantati insieme al M° Franco Battiato (Chansons egocentrique, I treni di Tozeur) intraprenderà collaborazioni con altri cantautori anche a livello internazionale (il tedesco Stephan Waggershausen), e grandi musicisti (Steve Jansen, Richard Barbieri, Paolo Fresu, Peter Hammill, Dave Gregory e altri).

Nel 1998 Alice si esibisce in diversi concerti nelle basiliche e nelle cattedrali delle città italiane nell’ambito della rassegna musicale “La Musica Dei cieli” e questo percorso sulla ricerca del sacro nella musica la spinge a pubblicare nel 1999 il suo nuovo album “God is my dj”.

Nel 2000 pubblica l’album “Personale Juke box” e con il singolo “Il giorno dell’indipendenza” partecipa al Festival di Sanremo. 

Nel 2003 pubblica l’album “Viaggio in Italia”, in cui sono raccolti brani della grande canzone d’autore italiana e non, che vede fra gli autori – compositori Fabrizio De André, Francesco De Gregori e Ivano Fossati. Al centro del progetto ci sono due inediti legati alle poesie di Pasolini “Febbraio” e “Al Principe”, musicate da Mino Di Martino.

Nel 2009 pubblica con EMI Music Italy “Lungo la strada”, il suo primo disco live, registrato il 22 dicembre 2006 nella basilica di San Marco a Milano.

Nello stesso anno riceve il “PREMIO MIA MARTINI” in riconoscimento di una carriera portata avanti con straordinaria coerenza e con scelte artistiche coraggiose, spesso lontane da logiche commerciali.

Nel 2010 duetta con Stefan Waggershausen nel CD “So ist das Spiel” nella nuova versione del brano “Was soll ich dir sagen” di cui è autrice del testo in italiano.

Nel 2012 viene pubblicato il singolo “Nata ieri” e il suo nuovo CD di inediti “Samsara”, che oltre ai due brani composti dalla stessa Alice “Orientamento” e “Sui giardini del mondo” vede la collaborazione di Franco Battiato e Tiziano Ferro che hanno scritto per lei “Eri con me”, “Nata ieri” e “Cambio casa”, così come Mino Di Martino che ha composto “Morire d’amore” (ispirata alla vita di Giovanna d’Arco), “Un mondo a parte”, “Autunno già” e “Come il mare” (queste ultime firmate anche da Terra di Benedetto.

Segue un tour nei teatri italiani con i musicisti Marco Guarnerio, Osvaldo Di Dio, Andrea Viti e Nick Taccori: il SASMARA LIVE. Nello stesso anno riceve il Premio Bruno Cavallini da Vittorio Sgarbi e il Premo alla carriera dallo storico Azimut Fan Club di Firenze.

Le viene assegnato il Tributo ad Augusto 2013 e Alice consegnerà il premio ricevuto a Gabriella Manera Cattani dell’AISLA (Ass.ne Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica).

Partecipa al progetto “Del suo veloce volo”, grande concerto evento all’Arena di Verona insieme a Antony e Battiato.

Nel 2014 partecipa al Teatro Comunale di Bologna allo spettacolo di Marco Goldin su musiche di Franco Battiato “La ragazza con l’orecchino di perla”, in cui interpreta la protagonista con Francesca Michielin.

Nello stesso anno pubblica “Weekend”, in CD e Vinile, con la sua etichetta Arecibo, con la partecipazione degli artisti Franco Battiato, Luca Carboni e Paolo Fresu. L’album si apre con il brano “Tante belle cose” di Francoise Hardy, con l’adattamento del testo in italiano di Franco Battiato e con la partecipazione di Paolo Fresu, che ritroviamo anche nel brano “Da Lontano”, con la voce di Alice insieme a Luca Carboni, scritta da Franco Battiato e Manlio Sgalambro. Nell’album vi è il brano “Aspettando Mezzanotte” composto dalla stessa Alice.

Nel 2014 riceve il premio speciale Cervo d’oro alla carriera “Michel Gondry – Cervignano Film Festival” per aver saputo diversificare la sua proposta artistica, riuscendo a tenere insieme in perfetta armonia da una parte una ricerca musicale coltissima e di grande originalità (che ha spaziato dall’avanguardia alla musica sacra) e dall’altra una dimensione più pop, ma altrettanto rilevante. 

Nel 2015 Alice è in live nei teatri di Roma, Firenze e Milano in “Alice weekend live”, con Floriano Bocchino, Osvaldo Di Dio e Antonella D’Urso.

Nello stesso anno partecipa a “La Dolce Vita: La musica del cinema italiano”, un format in cui le colonne sonore più rappresentative dei grandi capolavori italiani come “8 e 1/2”, “La Dolce Vita”, “Amarcord”, “Il postino”, “Il Gattopardo”, “Nuovo Cinema Paradiso” e “La vita è bella”, saranno eseguite nei nuovi straordinari arrangiamenti e orchestrazioni di William Ross ed eseguiti dal vivo dall’Orchestra Filarmonica Arturo Toscanini diretta dal M° e compositore Steven Mercurio.